12Mar

La Fotodinamico domina al Pala Pirastu e ritrova la serenità

La Fotodinamico Cagliari dà prova di esserci e conquista il risultato al “PalaPirastu” contro il Playa Hotel Patti. La prestazione della squadra del coach Fioravanti non ha ammesso rivali, imponendosi già dal primo break iniziale per 20-0 contro i siciliani, e da lì in poi la partita è stata tutta in discesa. Finisce 79 a 42, con i sardi che cancellano la serie di brutti risultati e si rilanciano verso il campionato.
Da segnalare la 900esima presenza da professionista del capitano Vannuzzo, autore di 12 punti e 11 rimbalzi, e l’esordio del nuovo acquisto Marzaioli con 6 punti.
I siciliani del Playa Hotel non riescono a rigirare l’andamento dell’incontro, segnando solo episodicamente dalla lunga distanza e subendo l’attacco fluido e martellante dell’Accademia Fotodinamico Cagliari che incrementa a ogni termine di quarto il proprio vantaggio (+22 al 20’ e +32 al 30’).

Un successo che suona come una liberazione e di buon auspicio per il futuro che dà la forza di rimettersi in piedi e guardare alle prossime gare con maggiore grinta e ottimismo.

01Mar

Domenico Marzaioli è il nuovo playmaker-guardia dell’Accademia Fotodinamico Cagliari

Il play casertano vanta ben 45 presenze in serie A e una convocazione nella Nazionale Under 20

Nuovo acquisto in casa biancoblù: Domenico Marzaioli, playmaker-guardia di 27 anni, sarà il nuovo sostegno all’azione offensiva dell’Accademia Fotodinamico Cagliari a partire dalla prossima gara contro Patti, attesa per il 10 marzo al PalaPirastu.
Domenico nasce a Maddaloni, in provincia di Caserta, il 7 dicembre 1991 e cresce sportivamente tra i giovani dell’Artus Basket, debuttando tra i senior a soli 16 anni.

A metà del 2009, la Juvecaserta nota il talento del giovane casertano e lo inserisce nella rosa permettendogli di esordire in serie A contro la Vanoli Cremona.
Due anni dopo, passa alla Giugliano Basket regalando prestazioni e numeri convincenti, ben 12 presenze e 14 punti di media in 30.4 minuti, che convincono l’ex Juvecaserta a riprenderlo in squadra.

Nelle tre stagioni successive guadagna una presenza sempre maggiore in campo con il team casertano, sino a raggiungere la soddisfazione di segnare 8 punti alla blasonata MIA Cantù.
Nel 2014-15 entra a far parte dell’Angelico Biella, formazione dell’A2 Gold, arrivando a misurarsi con la pallacanestro internazionale in Eurochallenge.

Gli ultimi anni prima dell’arrivo a Cagliari, Marzaioli, viene reclutato dall’Enel Brindisi, collezionando altre presenze in campo continentale (Eurocup) e confermandosi componente eccellente nel turn over.

La stagione scorsa ha accompagnato la Cuore Basket Napoli alla conquista della Coppa Italia di Serie B e nella promozione in A2.
Un nuovo elemento importante quindi per l’Accademia Fotodinamico Cagliari, con un rispettabile passato, al quale facciamo i nostri auguri per un futuro vincente e che possa portare in alto il nome dell’Accademia Fotodinamico Cagliari.

Fotodinamico

Impianto Fotodinamico

Fotodinamico basket

Accademia Fotodinamico Cagliari

Pirates accademia basket

Fotovoltaico

Costi Fotodinamico

Sport Fotodinamico

Sport Cagliari

Basket Sardegna

Sport Sardegna

Basket Cagliari

27Feb

Fotovoltaico vs Fotodinamico: bufale e finta informazione

Nonostante l’esperienza pluriennale di Fotodinamico nel settore delle rinnovabili, capiamo quanto sia difficile per gli utenti districarsi nel mare di notizie e informazioni presenti sul web circa la numerose tecnologie a produzione solare.
Questo dipende sia dalla complessità del tema, sia dalla numerosità di pannelli esistenti e dalle costanti innovazioni tecnologiche che li interessano.
Tale complessità viene spesso sfruttata da finti siti di informazione, che fingono di dare notizie in maniera disinteressata, ma propongono poi preventivi per la vendita di prodotti.

Uno di questi è stato portato alla nostra attenzione da alcuni dei nostri clienti più affezionati, facendoci notare come, oltre a dichiarare che i pannelli commercializzati sotto il marchio Fotodinamico fossero meno efficienti dei pannelli mono e policristallini, fornendo informazione di per sé incompleta e quindi fuorviante, fornisce informazioni e preventivi, fingendosi un canale di informazione invece che un canale di vendita, e guardandosi bene dal fornire indicazioni sul nome dell’azienda di riferimento.

Torniamo a noi: come spiegato in numerosi articoli scientifici tra cui Bhandari et al. 2015 ( https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S136403211500146X), l’efficienza di un pannello deve essere confrontata anche con il valore di EPBT, ossia del tempo necessario a garantire che l’energia prodotta dal pannello ripaghi l’investimento, per poter comprendere appieno le caratteristiche della tecnologia in esame.

Esistono molte tipologie di moduli a film sottile, e i più diffusi sono in cdTe: questi hanno effettivamente un’efficienza massima in laboratorio minore dei policristallini, ma essendo capaci di produrre anche in condizioni di luce diffusa, quindi con zone in ombra o con cielo coperto, e resistendo meglio alle alte temperature, sono comunque in grado di produrre più energia elettrica in media a parità di potenza dell’impianto.
Questa informazione è verificabile sul sito del Centro di Ricerca JRC della Commissione Europea, dove, impostando la tipologia di pannelli, il luogo di installazione, e l’orientamento, è possibile ottenere una stima dell’elettricità producibile giornalmente, mensilmente e annualmente da un impianto solare (http://re.jrc.ec.europa.eu/pvgis/apps4/pvest.php#). Vi invitiamo a fare le vostre prove , inserendo la vostra città e la tipologia di impianto.

I cosiddetti mono e policristallini sono indicati con “Crystalline Silicon”, mentre esistono diverse tipologie di film sottili, quali CIS e CdTe.
Il diavolo sta nei dettagli, e tra efficienza massima in laboratorio e condizioni effettive di utilizzo vi è un abisso. Il sito della JRC permette infatti un’ulteriore verifica: sia a nord che a sud, un impianto a film sottile produce più energia elettrica a parità di irradiazione, e questo è maggiormente vero quando l’esposizione e l’inclinazione del tetto non sono ottimali.

Vorremmo infine ricordare che dire che il telloruro di cadmio è tossico perché contiene cadmio, equivale a dire che il sale da cucina (NaCl) sia tossico perché contenente cloro!

Ringraziamo per la citazione incompleta e fuorviante ricevuta, che ci ha portato a scrivere questo articolo, che speriamo vi sia di aiuto nella scelta informata del vostro impianto.

Ci sarebbe molto da dire anche sul sistema delle fonti: ricordatevi sempre che chi non cita la fonte delle proprie dichiarazioni, o ne cita una alterabile come Wikipedia, nel migliore dei casi è poco affidabile, nel peggiore, è in mala fede.

Fotodinamico Fotodinamico Fotodinamico Fotodinamico Fotodinamico

Un impianto fotodinamico costa meno del classico fotovoltaico?
Fotovoltaico: solare fotodinamico meglio o peggio del classico?
Fotodinamico 2018 2017

Impianto Fotodinamico

Pannello Fotovoltaico

costo fotovoltaico

impianto fotovoltaico

27Feb

Ecobonus fiscale: proroga anche per il Fotodinamico nel 2018!

Fotodinamico Incentivi Fotovoltaico

Cos’è L’Ecobonus 2018 e come funziona?

La legge di bilancio 2018, discussa ed approvata nel Dicembre 2017, vede protagonisti gli interventi di riqualificazione energetica grazie al cosiddetto Ecobonus.

Questo strumento, messo a disposizione dallo Stato Italiano è stato negli ultimi anni particolarmente utile sia per le famiglie italiane che per le imprese nel favorire un risparmio in termini energetici e monetari.

L’Ecobonus è un bonus fiscale statale che permette di dedurre, a seconda della tipologia di intervento, da un minimo del 50% ad un massimo del 65% per le singoli abitazioni, ma che può raggiungere il 75% in caso coinvolga il miglioramento della prestazione energetica invernale e estiva di interi condomini.

La deduzione, che si concretizza in uno sconto IRPEF-IRES, si ottiene inserendo il dettaglio dei costi di riqualificazione energetica sostenuti nel modello di dichiarazione dei redditi. Se intenzionati ad installare un impianto di efficientamento energetico nel 2018, si potrà usufruire della detrazione fiscale a questi tassi entro i termini della denuncia dei redditi del 2019.

Gli incentivi variano a seconda della tipologia di impianto:

  • Per gli impianti Fotovoltaici, i Sistemi di Accumulo a batterie, le Pompe di Calore e gli impianti di riscaldamento, è prevista una detrazione al 50%.
  • Per le Caldaie a Condensazione la detrazione del 50% può arrivare al 65% per interventi che garantiscano il raggiungimento della classe A.
  • Per Infissi e Schermature Solari (non pannelli solari), la detrazione passa dal 65%(nel 2017) al 50%.

Chi sono i soggetti interessati dalle detrazioni risparmio energetico 2018?

Tutte le tipologie di proprietari di immobili possono beneficiare delle detrazioni Ecobonus, in caso abbiano effettuato o intendano effettuare nel 2018 un intervento di riqualificazione energetica:

Contribuenti con reddito d’impresa: persone fisiche, società di persone, società di capitali, associazioni tra professionisti, enti pubblici e privati che non svolgono attività commerciale, persone fisiche titolari di un diritto reale sull’immobile, condomini per gli interventi sulle parti comuni, inquilini, familiari o conviventi qualora sostengano le spese.

Lo sconto IRPEF-IRES Ecobonus può inoltre essere combinato cumulativamente con il Sismabonus per interventi migliorativi che determinino il passaggio fino due classi di rischio inferiori, giungendo così all’85%.

La detrazione è valida sul prezzo pagato per far l’acquisizione di impianti, l’esecuzione dei lavori e l’installazione ed attivazione dei nuovi componenti che consentano di migliorare la prestazione energetica della casa, diminuendo i consumi e le immissioni inquinanti.

Per essere ammessi alla detrazione ed usufruire dell’Ecobonus, bisogna che gli interventi di risparmio energetico siano effettuati su edifici esistenti a prescindere dalla categoria catastale. Sono quindi ammessi all’agevolazione anche tutte le costruzioni residenziali, compresi gli immobili strumentali all’impresa mentre ne sono escluse le nuove costruzioni o quelle in corso di costruzione.

La detrazione è ripartibile in dieci quote annuali di pari importo e si applica su un ammontare delle spese non superiore a euro 136.000 moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio.

Questa è valida sul prezzo pagato per far eseguire i lavori, installare e rendere attivi i nuovi componenti che consentono di migliorare la prestazione energetica della casa e quindi di abbassare i consumi e le immissioni inquinanti. Il modo per fruire dell’agevolazione, una volta terminato e pagato I lavori, è quello di applicare il 65% sulle spesa complessiva e suddividere quanto rimasto in 10 quote di pari importo. Così ogni quota, potrà quindi essere detratta dalle tasse tramite dichiarazione dei redditi con modello 730 o modello Redditi ex Unico.

Ecco le novità di detrazione risparmio energetico arrivate con la Legge di Bilancio 2018:

  • Proroga detrazioni risparmio energetico fino al 31 dicembre 2018 insieme al bonus ristrutturazioni, mobili ed elettrodomestici, sismabonus e nuovo bonus verde.
  • Bonus unico condominiale 2018 con detrazione all’80% e 85% se si svolgono contemporaneamente interventi Ecobonus + sismabonus.
  • Conferma delle detrazioni risparmio energetico ai condomini: in questo caso, è possibile fruire di una detrazione pari al 70 o al 75% fino al 31 dicembre 2021:
    • se l’intervento di risparmio energetico riguarda anche il rivestimento esterno protettivo dell’edificio con un incidenza superiore al 25% della superficie disperdente lorda dell’immobile stesso, la detrazione risparmio energetico è pari al 70%.
    • se l’intervento di risparmio energetico migliora la prestazione energetica invernale e estiva, invece, la detrazione ecobonus condomini è fino al 75%.

Per essere ammessi alla detrazione ed usufruire dell’eEcobonus, bisogna che gli interventi di risparmio energetico siano effettuati su edifici esistenti a prescindere dalla categoria catastale. Sono quindi ammessi all’agevolazione anche tutte le costruzioni residenziali, compresi gli immobili strumentali all’impresa mentre ne sono escluse le nuove costruzioni o quelle in corso di costruzione.

Quali sono le spese energetiche ammesse e quali i limiti di spesa?

Le Detrazioni risparmio energetico consentono ai contribuenti italiani che effettuano interventi per il migliorativi in termini di efficienza energetica di prestazioni dell’abitazione, di poter detrarre le spese effettivamente sostenute e documentate da relative fatture, nella dichiarazione dei redditi e di beneficiare di uno sconto variabile relativamente a IRPEF – IRES.

Le spese ammesse alla detrazione “risparmio energetico” sono quelle per effettuare i seguenti interventi:

  1. Miglioramento termico dell’edificio attraverso la coibentazioni o la sostituzione di pavimenti, finestre etc; Dal 2018 in poi , la detrazione ottenibile con la sostituzione finestre o caldaie a condensazione, scende al 50% anziché al 65%.
  2. Installazione di pannelli solari: purché venga rispettato il seguente termine minimo di garanzia: 5 anni per i pannelli e i bollitori e 2 anni per gli accessori e i componenti tecnici, e la conformità alle norme UNI EN 12975 o UNI EN 12976, certificati da un organismo di un Paese dell’Unione Europea e della Svizzera.
  3. Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;
  4. Installazione domotica per il controllo da remoto e distanza degli impianti di riscaldamento attraverso dispositivi multimediali.

Gli importi limite di spesa detraibile, varia a seconda del tipo di intervento:

  1. 100.000 euro se si effettuano interventi di riqualificazione energetica;
  2. 60.000 euro se si effettuano interventi sull’esterno dell’edificio;
  3. 60.000 euro se si effettua l’installazione di pannelli solari per produzione di acqua calda per usi domestici o industriali, o pubblici.
  4. 30.000 euro se si effettua la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale mediante l’istallazione di caldaie a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza e impianti geotermici a bassa entalpia;

Quali documenti sono necessari al fine di usufruire dell’Ecobonus?

Il contribuente può usufruire dell’Ecobonus presentando la seguente documentazione, nella dichiarazione dei redditi:

  • Asseverazione di un tecnico abilitato o la dichiarazione resa dal direttore dei lavori;
  • Attestazione di partecipazione ad un corso di formazione ad hoc in caso di autocostruzione dei pannelli solari.
  • Certificazione energetica dell’immobile fornito dalla Regione o dall’Ente locale o attestato di qualificazione energetica predisposto da un professionista abilitato.

Entro 90 giorni dal termine dei lavori di riqualificazione energetica, è obbligatorio trasmettere via telematica all’Enea, la scheda informativa degli interventi realizzati e la copia dell’attestato di qualificazione energetica.

Come pagare gli interventi di risparmio energetico?

Tramite comunicato dell’Agenzia delle entrate, vi illustriamo i modi di pagamento:

  • Per chi non ha reddito d’impresa: il pagamento degli interventi di risparmio energetico deve avvenire obbligatoriamente tramite il bonifico parlante, dichiarando nella causale l’apposita dicitura in base al tipo di detrazione spettante, il codice fiscale del beneficiario della detrazione, il numero di partita Iva o il codice fiscale del soggetto a favore del quale si sta effettuando il pagamento;
  • Per chi ha reddito d’impresa: non c’è obbligo di bonifico parlante ma va conservata tutta la documentazione per provare le spese effettivamente sostenute.
11Gen

Goddi sostituisce Blandamura e sfida Szeremeta per il titolo europeo pesi medi EBU

 

Il Gruppo Fotodinamico è lieto di annunciare che il proprio campione Alessandro Goddi sostituirà Emanuele Blandamura nell’incontro valido per la conquista del titolo europeo dei pesi medi European Boxing Union (EBU).

E’ questa la notizia dell’ultima ora, confermata dallo stesso Alessandro Goddi, che si vedrà impegnato nella sfida contro il pugile polacco Kamil Szeremeta proprio per conquistare la tanto ambita cintura europea.

Goddi in un’intervista al quotidiano locale Unione Sarda, racconta di quanto impegno ci abbia messo nella preparazione atletica durante queste ultime festività natalizie, in cui ha intensificato gli allenamenti in attesa della conferma ufficiale di sostituzione da parte dell’EBU, arrivata nelle ultime ore.

Il nostro “Highlander” ci ritenta dopo la sconfitta dell’anno scorso per il titolo europeo contro lo stesso Blandamura.

Le sue parole: ” Voglio vincere e portare il titolo europeo in Sardegna, per riuscirci dovrò aggredire il polacco dalla prima all’ultima ripresa, proprio perchè Szeremeta è un avversario molto tecnico, quindi mi servirà un match perfetto proprio come quello a Montecarlo contro il francese Francillette”.

L’incontro è in programma per il 27.01.2018 presso il Palatiziano di Piazza Apollodoro 10 – Viale Tiziano
00196 Roma.

01Dic

FINALE DA CARDIOPALMA – POSITIVO L’ESORDIO CON LA NUOVA MAGLIA FOTODINAMICO

serie b pallacanestro

Positiva la prestazione della Fotodinamico Cagliari contro la Capolista Barcellona Basket nell’11° giornata del campionato di basket serie B, girone D.  I bianco-blu cagliaritani attualmente in 8° posizione cercano l’esordio col botto vestendo la nuova maglia Fotodinamico, proprio durante la sfida contro la capolista Barcellona basket, reduce da ben 5 vittorie consecutive.

 

Ha preceduto la partita, l’intervista di Roberto Rubiu per You.Tg e Directa Sport, che ha intervistato personalmente L’amministratore delegato di Fotodinamico – Luca Figarini e il G.M. di Fotodinamico Basket Cagliari – Marco Secci.

Son stati ribaditi i valori ed i progetti condivisi già messi in risalto durante la conferenza stampa di presentazione della squadra; come il voler investire sul rapporto tra Giovani – Sport  e Ambiente.

Luca Figarini: “E’ fondamentale l’investimento sui giovani, soprattutto quelli sardi, per valorizzare lo sport sardo”.

“La squadra è partita molto bene in campionato” afferma il G.M. Marco Secci e spiega “siamo molto sereni, giochiamo un buon basket e non abbiamo molto da recriminare, forse solo la partita a Catanzaro”. “Contro Barcellona sarà partita combattuta, proprio perchè la squadra è ben strutturata e orientata al salto di categoria”.

Nei primi due minuti del primo tempo le due squadre sono protagoniste di molteplici errori ispirando un risultato piatto che però viene sbloccato da una splendida tripla di Mirko Pilo.

Nel corso del Primo tempo la Fotodinamico si porta avanti per due volte prima 8-2 e poi 10-4, per poi chiudere il primo tempo sotto di 7 nel parziale di fine primo tempo (26-33).

Nel Secondo tempo il Barcellona Basket viene svegliato dalla tirata d’orecchie del mister Friso, portando la squadra ospite ad aumentare il vantaggio a +15 chiudendo il secondo tempo a (42-27).

Il terzo tempo invece si chiude con Fotodinamico Basket che accorcia le distanze di poco sul risultato parziale (57-43).

 

E’ proprio quando la partita si pensa essere chiusa che, Fotodinamico Basket tira fuori gli artigli, mettendo in discussione il finale. Nel 4° tempo Fotodinamico cerca la remuntada e negli ultimi 3 minuti tenta il tutto e per tutto, combattendo sino alla fine per portare a casa una vittoria importantissima contro la capolista, arrivando a diminuire il distacco fino a -5 negli ultimi 2 minuti. La partita si chiude definitivamente dopo la tripla di Bruni per il Barcellona basket a 19″ dalla sirena, definendo il risultato a (74-66) per il Barcellona Basket, ospite della Fotodinamico Basket al PalaPirastu.

 

Ora la fiducia di Vanuzzo e compagni è portare a casa la prossima vittoria nel match programmato contro la Tiber Basket Roma, prevista per il 7-12-17 proprio in casa della Tiber a Roma. Partita di importanza strategica sia per scalare la classifica, sia di ripresa psicologica dalla recente sconfitta contro il Barcellona Basket.

 

 

Diretta Streaming della partita by Directa Sport Tv: 

https://www.youtube.com/playlist?list=PLx7z5dei-0idMI1iaBTlL0fl-xjThaiNt

 

Prossimo incontro 7-12-17 Tiber Basket Roma VS Fotodinamico Basket Cagliari: 

http://www.accademiabasket.it/Evento/tiber-basket-roma-vs-accademia-fotodinamico/

 

 

 

30Nov

FOTODINAMICO – MAIN SPONSOR DI PIRATES ACCADEMIA BASKET

Momento della sigla dell’accordo tra Fotodinamico energy Solutions & Pirates Accademia Basket

Fotodinamico Cagliari, questo sarà il nuovo nome della Pirates Accademia Basket.

 

E’ stato siglato l’accordo che porterà Fotodinamico Energy Solutions, a ricoprire il ruolo di Main sponsor della squadra, impegnata nella competizione di Basket serie B Old Wild West Italiana.

 

Ieri Mattina 29-11-17 è avvenuta la conferenza stampa per la sigla definitiva dell’accordo.

 

L’incontro si è svolto presso la sede operativa cagliaritana della Fotodinamico S.r.l, leader nel settore delle energie rinnovabili, che ha fermamente sposato la causa dei Pirates, proprio in correlazione della campagna di sensibilizzazione attuata nel rispetto dell’ambiente, dell’ecosostenibilità energetica ma anche del viver bene approcciandosi alla vita sana, promossa anche tramite lo sport.

 

All’incontro con i media erano presenti Luca Figarini, amministratore delegato per l’Italia di Fotodinamico, il general manager Riccardo Raccis e, per quanto riguarda l’Accademia Basket, il presidente Riccardo Fiorelli e il General Manager Marco Secci.

 

Tra gli obbiettivi condivisi dalle due società è la coltivazione di un vivavio di giovani giocatori di pallacanestro che possano coltivare la propria passione grazie a servizi e strutture adeguate alle loro esigenze;L’impegno delle società in un piano di investimenti è già stato annunciato.

 

Già da Giovedì 30-11-17 I Pirates indosseranno la nuova divisa marchiata Fotodinamico Energy Solutions alle ore 20 al PalaPirastu contro Barcellona.

 

 

Video Conferenza Stampa: https://goo.gl/6kytk4

 

Canali Social di Riferimento Facebook:

FotodinamicoPirates Accademia BasketDirecta Sport TV

 

 

 

 

28Ott

Highlander Goddi Batte Orlik alla 5° Ripresa per K.O.

FOTODINAMICO BOXE NIGHT

Alessandro “Highlander” Goddi batte l’ungherese Peter Orlik all’inizio della 5° ripresa per K.O.

 

Ieri sera 27/10/2017 è andato in scena l’evento FOTODINAMICO BOXE  NIGHT “La Grande Boxe a Villacidro”, che ha visto esibirsi pugili  ed artisti da tutte le parti della Sardegna ed ha registrato una grande partecipazione del pubblico sardo proveniente da ogni angolo della Sardegna e non, che si è radunato a Villacidro  per sostenere il campione locale Alessandro “Highlander” Goddi che alle 22:00 ha sfidato il pugile ungherese Peter Orlik.

Sin dalla prima ripresa il Neo Campione WBA CONTINENTAL pesi medi Alessandro Goddi, ha dominato l’incontro, attuando una strategia super offensiva volta a sfiancare e confondere l’avversario Orlik.

La tattica del campione nostrano si rivela super efficace, mettendo più volte l’avversario Ungherese alle corde.

Nelle prime 3 riprese, Orlik fa molta fatica a difendersi davanti alla furia del campione nostrano Goddi, che con le sue scariche di pugni fa valere l’esperienza e la grande preparazione atletica svolta con il Team Loi; esperienza e preparazione proprie di un pugile pluri premiato ed entrato ormai di diritto nella Top 10 dei migliori pugili pesi medi al mondo.

Nella 4° ripresa l’incontro diventa più intenso, Alessandro Goddi alza il tiro così da far contare due volte in piedi lo sfidante Orlik, ormai vacillante e sfiancato dalla grinta di Goddi.

E’ all’inizio della  5° ripresa che avviene il K.O. , grazie all’impressionante gancio sinistro risolutore di “Highlander” Goddi dopo una schivata da maestro mette definitivamente fine all’incontro, in cui era dato favorito.

                 DIRETTA INCONTRI ed ESIBIZIONI: 

                http://https://goo.gl/MPYUDD

 

26Ott

– FOTODINAMICO BOXE NIGHT – INFO&BIGLIETTI

FOTODINAMICO BOXE NIGHT

 

#TEMAEVENTO

 

 

“La Grande Boxe a Villacidro”

 

#QUANDO?

 

 

Venerdì 27 Ottobre 2017

 

 

#DOVE?

 

 

Palazzetto dello Sport – Scuola media Satta (VS)

Via Stazione, 1

 

 

 

 

@@@IL PROGRAMMA@@@

 

 

#8INCONTRIDILETTANTISTICI

 

Dalle ore 19:30

 

Che vedrà combattere anche i pupilli della Boxe locale Andrea Onidi di Villacidro e Cristiano Garzone Neo campione Italiano a soli 7 anni.

 

#1INCONTROFEMMINILE

 

Consuelo Portolani (Piemonte) VS Elisa Serra (Sardegna).

 

#DJSET

 

#ESIBIZIONEHIPHOP

 

Gruppo di ballerini HipHop “PSCREW”.

 

#ESIBIZIONEVOICE

 

Gaia Bullita, in arte Gaya, giovane artista emergente, ultima esperienza camp al C.E.T. Di Mogol, diverse audizioni e ci accompagnerà con le note calde della sua voce soul.

 

#GRANDEMATCH

 

Dalle Ore 22:00.

 

Il Neo campione Continental WBA Highlander Alessandro Goddi Official VS l’Ungherese Peter Orlik.

 

FOTODINAMICO – SPONSOR UFFICIALE ALESSANDRO GODDI 

Info&Biglietti presso:

Agenzia Viaggi Sole Mare Viaggi

Indirizzo: Piazza Lavatoio, 3 – 09039, Villacidro Sud Sardegna

e-mail: info@solemareviaggi.it

Tel: 070934 6024

Web: http://www.solemareviaggi.it/

 

 

18Ott

Fotodinamico Boxe Night

Il Neo campione WBA Continental  Alessandro Highlander Goddi

sfiderà il pugile Ungherese Peter Orlik.

 

SPONSOR UFFICIALE – FOTODINAMICO

www.fotodinamico.it

23Set

Alessandro Goddi è il nuovo campione Continental WBA dei pesi medi

Alessandro GoddiE’ andato in scena ieri il match valido per l’assegnazione della cintura Continental WBA dei pesi medi conteso dai due pugili: il francese Andrew Francillette (20-1-1; 5 ko) e il nostro Alessandro Goddi (31-2-1; 15 ko).

 

 

Alessandro Goddi ha conquistato con merito la cintura, vincendo ai punti contro l’imbattuto Francillette.

 

 

Goddi ha iniziato ad attaccare da subito comandando le operazioni, grazie ai frutti del duro allenamento e preparazione al match, svolto principalmente sul fondo della palestra a Villacidro insieme i due allenatori  Omar e Silvio Loi.

 

Goddi dopo il match dichiara:

 

 

“Voglio tornare in Italia con la cintura. Dopo sarò pronto per qualunque opportunità e non avrei problemi a combattere in Inghilterra o in Germania contro i migliori pesi medi. Sono un fighter e rifiutare una sfida non fa parte della mia mentalità”.

Il Gruppo Fotodinamico  SPONSOR UFFICIALE di Alessandro Goddi Campione Continental WBA, si congratula con il proprio campione ed augura un buon proseguimento di carriera e la conquista di nuovi titoli internazionali.

 

19Apr

I tre punti chiave del Fotodinamico

Una delle domande che ci vengono poste più spesso sia con messaggi privati, sia in via telefonica, sia dal vivo  è: ” cosa differenzia un impianto Fotodinamico da un classico fotovoltaico?”

Per questo motivo, per poter rispondere a tutti, abbiamo deciso di spiegarvi il Fotodinamico in 3 punti.

  1. Il Fotodinamico produce energia sfruttando la luce diffusa. Vale a dire che se un impianto fotovoltaico produce a pieno regime solo quando viene esposto alla luce solare diretta, il Fotodinamico produce ad alti livelli anche in condizioni climatiche sfavorevoli (pioggia, nebbia).
  2. I pannelli che compongono un impianto Fotodinamico hanno dimensioni molto ridotte rispetto ad un classico pannello fotovoltaico; inoltre non hanno bisogno della cornice in alluminio ma vengono montati vetro vetro il che si traduce in un’armonia dell’estetica maggiore.
  3. L’impianto Fotodinamico, al contrario del classico fotovoltaico, non ha bisogno di una particolare esposizione per poter produrre energia. Funzionando indipendentemente dall’esposizione a nord,sud est o ovest tutti possono avere un impianto performante.
08Apr

In India il primo aeroporto totalmente fotovoltaico

Si trova in India ,nella città di Kochi , il primo aeroporto al mondo alimentato completamente tramite pannelli fotovoltaici.

L’impianto con una potenza di 12 MW  ( con un investimento di circa 9,5 milioni di dollari ) è composto da 46.150 pannelli solari che consentiranno all’aeroporto di ottenere tra le 50.000 e le 60.000 unità di energia elettrica solare ogni giorno per le sue operazioni e di essere quindi completamente indipendente.

Tutto questo fa parte di un più ampio progetto volto all’ecosostenibilità che prevede nel corso dei prossimi 25 anni di ridurre di oltre 300mila tonnellate l’emissione nell’aria di anidride carbonica a causa delle centrali elettriche a carbone.

04Apr

Project Sunroof : Google ti aiuta a progettare il tuo fotovoltaico

Spesso quando si pensa a dotare la propria casa di un impianto fotovoltaico uno degli interrogativi più frequenti è : ma mi conviene?Se si : quanto?

Da oggi per dare una risposta a questo dubbio interviene Google tramite il suo Project Sunfroof.

Il colosso di Mountain View tramite il suo progetto ( per ora disponibile solo negli Stati Uniti ), sfruttando il funzionamento di Google Heart ha mappato i tetti di tutti gli edifici (residenziali e non ) riuscendo a dare in tempo reale una stima sulla convenienza o meno dell’installazione di un impianto fotovoltaico considerando il quantitativo di energia prodotta.

Il sistema tiene conto di tutte le variabili quali: dimensione del tetto,ostacoli per la diffusione della luce, variazioni metereologiche.

Alla fine del calcolo viene suggerita l’azienda affiliata meno distante da contattare per procedere alla messa in opera dell’impianto.

Con questo progetto ancora una volta Google si è distinta nel panorama del web per le sue innovazioni ; spingendo,in questo caso, le persone verso una forma di energia ecosostenibile

 


 

©2017 Fotodinamico - Via Davide Carnaghi n.12, 20129 Milano - P.iva: 09218800960 - info@fotodinamico.it - Tutti i diritti sono riservati